Chiamata

cuore
Mi sono trovata spesso nel corso della mia vita,
a ricevere la classica
cuore1
Mi sono trovata spesso nel corso della mia vita, a ricevere la classica chiamata, ossia non è che ho detto “bene voglio fare questo”, sono stata letteralmente rapita nell'intimo del mio essere da richieste alle quali non ho potuto neanche pensare di rifiutare. Per me esiste quel valore che è la condivisione, la presenza, l'esserci per chiunque chieda. Ecco è qui che spesso entro in conflitto, ho una famiglia importante per me è la mia vita, tre figli, un marito, un lavoro che è la mia passione e che condividiamo, ma quando sento quella chiamata devo lasciare tutto e andare. Verso cosa non so, io non sono ostetrica, non sono ginecologa, sono una mamma per primo e poi una insegnante di yoga e una counsellor, cosa potrò mai fare, ma a quel punto sento che non sono io che devo fare, non dipende da me, ma è l'altra persona, quella che ha chiesto che fa, è lei o loro che hanno deciso! A quel punto ho sentito che l'unica cosa da fare è esserci con tutta me stessa, poi qualcosa mi condurrà e sentirò cosa serve che io faccia, un massaggio, un mantra, un piatto di pasta, oppure semplicemente essere lì, con lei, con loro, essere vicina.