La nascita di Riccardo

image006
… inizia la danza... sì, perché è quello che ho pensato!
Insieme a lei ho cantato per aiutarla a ritrovare il suo ritmo nel respiro
vortice1
Questa volta sono stata chiamata in ospedale, arrivo e trovo la mamma distesa sul letto, stava facendo il tracciato, la guardo negli occhi e le chiedo come va? “....MMMM” è stato sufficiente , per capire che ne aveva abbastanza di stare sdraiata, l'ostetrica dal canto suo aveva finito pareva e così libera la mamma da quel fastidioso orpello e inizia la danza... si perché è quello che ho pensato! Insieme a lei ho cantato per aiutarla a ritrovare il suo ritmo nel respiro, … poi il contatto, il mio grande alleato ! le offro un massaggio lo accetta per un po' sembra rilassarsi, le onde ci sommergono vanno e vengono …. siamo insieme... poi la porta si apre di scatto … sussultiamo insieme disturbate , violate nel nostro fare, la mamma apre gli occhi “ cosa c'è?” niente … i soliti controlli... !!! l'ostetrica diventa colei che custodisce, nei suoi modi c'è dolcezza , nei suoi occhi il dispiacere di dover “disturbare “ senza scelta, senza un reale perché, cerca di farlo nel modo più delicato forse …..e comunque ogni volta c'è una pausa c'è una distanza che va ricolmata, c'è un filo che va ripreso.... sento la paura di questa giovane mamma !
Coraggio riposati, appoggiati, “sei bravissima” e cambia posizione …. si abbandona completamente tra le mie braccia alla fine di ogni contrazione... io continuo a cantare e la dondolo come fosse una culla, “ho sonno...” “okay dormi tranquilla” !!! ma l'intensità aumenta e presto sento che ci sarà un altro cambiamento... un altro controllo questa volta voluto da lei sente che qualcosa sta cambiando ...il suo bimbo sta arrivando si affaccia alla vita.... la forza arcaica arriva prepotente, incontrollabile e al culmine di una contrazione arriva la spinta , la danza si fa intensa l'energia ci avvolge tutte e tre presto abbraccerai il tuo tesoro....ed ecco la presa, quella presa che è insieme dammi la forza e senti che forza , “respiro con te va benissimo” ! La sua giovane energia, la sua determinazione, la conducono verso un parto in piedi e con la mano sapiente della forza gravitazionale Riccardo è arrivato fra le braccia della mamma !
Conservo ancora nel cuore l'immagine del loro primo abbraccio, grazie è un emozione fortissima tutte le volte si ripete, mi sento colma di gratitudine vorrei piangere … vado a dire che è nato ….poi torno subito....!!!